Tempio di Apollo a Delfi, Grecia antica

di
Tempio di Apollo a Delfi

Tempio di Apollo a Delfi

Dalla Via Sacra che sale il monte Parnaso, i resti del Tempio di Apollo a Delfi sembrano sfocati dal sole. Solo quando, un passo dopo l’altro, si arriva vicino, i contorni si definiscono e tutto appare nitido e imponente.

Le antiche colonne che reggevano il tetto scomparso sono state erose dal tempo – lascito ultimo insieme alle fondamenta di questa struttura che i greci hanno dedicato al dio del sole.

Con il teatro e lo stadio, il tempio di Apollo è parte fondamentale del sito archeologico, oggi patrimonio Unesco. Qui ogni anno migliaia e migliaia di visitatori arrivano per soffermarsi di fronte a quel che è stato uno dei luoghi più importanti della Grecia.

Sull’architrave della struttura c’erano importanti massime di sapienza. Tra loro il motto “conosci te stesso” con cui il grande filosofo Socrate caratterizzò la sua vita, cercando di interpretarlo ogni giorno.

All’interno del tempio di Apollo bruciava la fiamma eterna mentre nel recinto si trovavano alcune statue. Tra le due più importanti, c’erano sena dubbio le due scolpite dallo scultore greco Patrocle di Crotone.

Per realizzare questa imponente struttura, fu necessario portare della terra dalla valle del Parnaso: servì a costruire il terrapieno per le fondamenta lungo cui scorre la Via Sacra. Mentre sul tratto di passaggio fu innalzato il Muro Poligonale.

Sulle sue pareti, i pellegrini hanno inciso nella pietra intenzioni e preghiere al dio del sole. Tra loro, dedicata al tempio di Apollo, c’è quella di Gelone, tiranno di Siracusa, che venne a Delfi per ringraziare per la vittoria ottenuta nella corsa dei cavalli ai Giochi olimpici.

Proprio di fronte alla struttura, si vede bene il teatro che è stato scavato nelle pendici della montagna. Prossima tappa di questo viaggio per raggiungere poi, sempre lungo la Via Sacra, i resti dello stadio.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Tempio di Apollo a Delfi, Grecia antica"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...