Basilica di Santa Sofia, Salonicco paleocristiana

di
Basilica di Santa Sofia, Salonicco

Basilica di Santa Sofia, Salonicco

Bene protetto dall’Unesco dal 1988, la basilica di Santa Sofia a Salonicco è stata realizzata nell’VIII secolo sotto la reggenza di Irene di Bisanzio, madre di Costantino VI. Sembra sia stata edificata per celebrare la vittoria sugli slavi del 783.

La chiesa misura 45 metri per 35. La sua facciata è molto semplice, tipica degli edifici romani del periodo. La struttura è caratterizzata da una cupola centrale a tamburo finestrato.

Nell’interno della basilica di Santa Sofia, si trova un mosaico con un clivio centrale col Cristo circondato da Maria, dagli apostoli e da figure angelicche. I loro visi sono tipici del linguaggio pre-iconoclasta, con pose sforzate di teste e braccia. Il volto di Cristo, molto simmetrico, trasmette durezza.

Il lato meridionale dell’edificio ecclesiastico ha una doppia finestratura. La voltta fatta a mosaico sin dalla costruzione ha una grande croce iscritta nel clivio e altre più piccole con iscrizioni sull’imperatrice Irene e l’imperatore Costantino VI.

Il portale della basilica di Santa Sofia a Salonicco ha due spalle rientranti e l’abside a tre anse con una vergine del X secolo. Da sempre è un luogo che attira molti visitatori ed è un’icona di Salonicco.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Basilica di Santa Sofia, Salonicco paleocristiana"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...